Collaborazione Amyko e Piccoli Cuori per affrontare le emergenze

17 settembre , 2016 10:09
AMYKO è un bracciale dotato di tecnologia NFC in grado di comunicare con smartphone e tablet e condividere le proprie informazioni medico sanitarie in caso di emergenza o necessità, in totale rispetto della normativa sulla privacy.
In caso di necessità, è sufficiente da parte del personale medico o di primo soccorso, avvicinare uno smartphone o tablet con lettore NFC al braccialetto per visualizzare tutte le informazioni dell’indossatore, necessarie a informare il persone medico e avviare procedure sanitarie mirate e univoche. 
  
   
In base a questo principio, l'Associazione Piccoli Cuori ha contattato la start up Amyko e avviato un importante cammino insieme per rendere questo strumento una risorsa per l'assistenza di tutti i piccoli e grandi cardiopatici e un sostegno per i loro familiari. Lo scopo è ridurre i tempi di intervento, di dirottare il paziente verso l'ospedale che lo ha già in cura e di limitare le possibili complicanze, grazie alla piena conoscenza della situazione clinica del paziente. In particolare Amyko permetterebbe di ottimizzare le fasi, ad oggi critiche, di identificazione del paziente, comunicazione con la centrale operativa e accettazione in ospedale, riducendo così il tempo che intercorre tra l'emergenza e la somministrazione delle cure necessarie.
   
  

Donato video proiettore alla cardiochirugia

21 luglio , 2016 19:31

grazie a Costa Foundation e grazie alle Suore Brignoline

10 luglio , 2016 09:14

Costa Foundation ha permesso alla ns Associazione di prendere 27 materassi nuovi, ancora sigillati nella loro confezione di plastica, che dovevano smaltire e quindi sarebbero stati mandati in discarica. 

Pertanto abbiamo colto questa occasione generosa e li abbiamo donati alle Suore Brignoline, per rigraziarle del loro continuo aiuto, anche spirituale.

 


cena benefica

2 luglio , 2016 09:38

Lo scorso 30 giugno 2016 si è svolta una cena benefica a Villa Lo Zerbino per i bambini, organizzata da Inalpi, caseificio della provincia di Cuneo che ha festeggiato cinquant’anni di attività dedicata ai più deboli e bisognosi di cure. Al loro fianco Deloitte e Nord Ovest2020, associazione specializzata in eventi benefici.

Il ricavato è stato devoluto all'Associazione Piccoli Cuori, alla Flying Angels Foundation e all’Associazione Semi di Baobab, che attua progetti scolastici, educativi e centri medici in Burkina Faso. 

Ringraziamo calorosamente tutti gli organizzatori e tutti gli invitati, che con la loro generosità hanno reso possibile questa serata. 

Nella foto la consegna del ricavato per l'Associazione Piccoli Cuori al Prof. Marasini


ciao Sergio, grande amico di mille avventure

12 giugno , 2016 11:30

 una grande perdita... Sergio è con la sua storia, con la sua Gabriella con cui ora si è ricongiunto, il motivo dell'esistenza della nostra Associazione... 

 rimarrà sempre dentro di noi

 

 


Non essere scontato!!!! dona il tuo 5 per mille

29 maggio , 2016 11:13

Quest'anno un testimonial d'eccezione Gabri Gabra, per invitare tutti a donare il 5 per mille all'Associazione Piccoli Cuori.
"Fate qualcosa di speciale per gente speciale" 
 
 

Serata danzante per i Piccoli Cuori

18 maggio , 2016 18:58

Il Circolo ARCI PINO SOTTANO e i Piccoli Cuori vi invitano all'annuale serata danzante a favore della ns Associazione: il ricavato sarà utilizzato per attività e progetti a sostegno del reparto di cardio chirurgia vascolare dell'ospedale Giannina Gaslini, i bambini ricoverati e le loro famiglie.

Musica e balli di gruppo, numerosi interventi e ospite speciale: Gabri Gabra da Colorado, per una serata di divertimento e solidarietà, il tutto accompagnato da uno spuntino e tanti dolci offerti dalla Sogegross!!!

Per informazioni sull'evento potete contattare: LUCIANO 340.7626565

 


Pasqua in reparto

22 marzo , 2016 19:19

Come da tradizione, i Piccoli Cuori hanno visitato il reparto per donare a tutti i bimbi ricoverati le Uova di Pasqua.

Quest'anno oltre alle uova, è stato consegnato anche un bellissimo libro "Le Favole di Aisha", grazie alla donazione della scrittrice Sandra von Borries.

Il libro racconta le avventure della coraggiosa e allegra scimmietta Aisha e del suo cuoricino Bumbum, un cuoricino "raffreddato" che vuole guarire. Attraverso queste favole viene spiegata ai bambini, affetti da cardiopatie congenite, la loro malattia, il perchè dei controlli e degli interventi con un linguaggio semplice e secondo un percorso ben preciso: dalla malattia in sè, la necessità di curarla e quindi il ricovero e l'intervento per concludersi con l'accettazione della cicatrice.

http://www.ilmondodiaisha.it/storia-del-progetto/

 


Consegna Ecocardiografo nuova generazione

2 marzo , 2016 18:23

Oggi l'Associazione Piccoli Cuori ha consegnato al reparto di Cardiologia del prof. Maurizio Marasini il nuovo Ecocardiografo Toshiba Medical Systems, alla presenza presenza del presidente del Gaslini Pietro Pongiglione e del direttore generale Paolo Petralia, dei donatori e del personale della Cardiologia.

 
“Siamo veramente grati all’Associazione Piccoli Cuori per questo strumento all’avanguardia, che ci permette di potenziare ulteriormente la diagnosi delle cardiopatie in età pediatrica ma anche prenatale, infatti il nuovo eco cardiografo è in grado di approfondire le indagine diagnostiche anche in utero” spiega il prof. Maurizio Marasini, direttore dell’UOC Cardiologia del Gaslini. 
 
E noi ringraziamo tutte le persone che continuano a sostenerci e a permetterci di raggiungere traguardi così importanti!!!!!
 
 
alcuni degli articoli:
 
 

Tavola rotonda "GUCH: ancora questo sconosciuto?"

7 febbraio , 2016 19:46

Al termine della prima giornata di congresso, è stata aperta una tavola rotonda dal titolo "GUCH: ancora questo sconosciuto?" moderata dal giornalista Guido Filippi, a cui hanno partecipato:

Stefano Domenicucci, Direttore Dipartimento Cardiologia ASL 3 Genovese, Sandro Mazzantini, Direttore Generale ICLAS, Paolo Petralia, Direttore Generale Ospedale Gaslini, Francesca Fassio, Rappresentante Associazione Cuore e mamma di un ragazzo GUCH e Fabio Schiavi, Rappresentante Federazione Associazioni GUCH.

In platea, medici e infermieri e ovviamente l'associazione Piccoli Cuori.

Il tema principale è la rete che è stata costruita in collaborazione tra il Dipartimento Cardiovascolare dell'Istituto "Giannina Gaslini" di Genova, il Dipartimento Cardiologia dell'Ospedale "A. Micone" di Sestri Ponente e l'Istituto Cardiologico Ligure di Alta Specialità, ICLAS di Rapallo, un'unità multidisciplicare di medici e specialisti dedicata proprio ai pazienti con cardiopatia congenita in età adulta.

La rete è presente, ma ha bisogno di essere continuamente aggiornata e rinforzata: in primo luogo la necessità che questo accordo tra aziende sanitarie non sia temporaneo, ma diventi definitivo, concreto e quindi che il "progetto GUCH" acquisti solidità e diventi la "realtà GUCH".

Altro tema emerso è la necessità di maggior dialogo tra i vari dipartimenti, perchè il paziente GUCH non ha solo bisogno di cure relative alla sua cardiopatia, ma crescendo e affrontando la vita con le stesse difficoltà che chiunque deve affrontare, può aver bisogno dell'assistenza e cura del reparto di Ortopedia, Chirurgia Generale, Oncologia, Ostretricia...

E infine, altro problema da affrontare a livello istituzionale, sollevato dalla nostra Enrica, riguarda la situazione di emergenza: un paziente GUCH, se colto da malore improvviso, non può essere trasportato in un qualunque ospedale, ma DEVE essere accompagnato subito al Gaslini o a Sestri Ponente, ovvero all'Istituto in cui è seguito.

per info, l'articolo relativo pubblicato sul quotidiano il SECOLO XIX secolo.jpg (111,86 kb)