Ciao Dottore...

15 marzo , 2017 23:02
Quando ho saputo che è mancato il Prof. Bertolini,  non ho potuto fare a meno di piangere... Sono passati quasi 30 anni da quando mi ha operata insieme alla sua equipe, ma non abbiamo mai smesso di ringraziarlo per avermi dato la possibilità di vivere al meglio ogni singolo giorno e aver ridato il sorriso ai miei genitori... 

Tavola rotonda "GUCH: ancora questo sconosciuto?"

7 febbraio , 2016 19:46

Al termine della prima giornata di congresso, è stata aperta una tavola rotonda dal titolo "GUCH: ancora questo sconosciuto?" moderata dal giornalista Guido Filippi, a cui hanno partecipato:

Stefano Domenicucci, Direttore Dipartimento Cardiologia ASL 3 Genovese, Sandro Mazzantini, Direttore Generale ICLAS, Paolo Petralia, Direttore Generale Ospedale Gaslini, Francesca Fassio, Rappresentante Associazione Cuore e mamma di un ragazzo GUCH e Fabio Schiavi, Rappresentante Federazione Associazioni GUCH.

In platea, medici e infermieri e ovviamente l'associazione Piccoli Cuori.

Il tema principale è la rete che è stata costruita in collaborazione tra il Dipartimento Cardiovascolare dell'Istituto "Giannina Gaslini" di Genova, il Dipartimento Cardiologia dell'Ospedale "A. Micone" di Sestri Ponente e l'Istituto Cardiologico Ligure di Alta Specialità, ICLAS di Rapallo, un'unità multidisciplicare di medici e specialisti dedicata proprio ai pazienti con cardiopatia congenita in età adulta.

La rete è presente, ma ha bisogno di essere continuamente aggiornata e rinforzata: in primo luogo la necessità che questo accordo tra aziende sanitarie non sia temporaneo, ma diventi definitivo, concreto e quindi che il "progetto GUCH" acquisti solidità e diventi la "realtà GUCH".

Altro tema emerso è la necessità di maggior dialogo tra i vari dipartimenti, perchè il paziente GUCH non ha solo bisogno di cure relative alla sua cardiopatia, ma crescendo e affrontando la vita con le stesse difficoltà che chiunque deve affrontare, può aver bisogno dell'assistenza e cura del reparto di Ortopedia, Chirurgia Generale, Oncologia, Ostretricia...

E infine, altro problema da affrontare a livello istituzionale, sollevato dalla nostra Enrica, riguarda la situazione di emergenza: un paziente GUCH, se colto da malore improvviso, non può essere trasportato in un qualunque ospedale, ma DEVE essere accompagnato subito al Gaslini o a Sestri Ponente, ovvero all'Istituto in cui è seguito.

per info, l'articolo relativo pubblicato sul quotidiano il SECOLO XIX secolo.jpg (111,86 kb)